Loading Maps logo
google-map-thumb
slider-thumb

SORRENTO la Perla e terra di Ulivi

Sorrento,

Descrizione


FOTO


Poche città ponno vantare la sua veramente incantevole, romantica, deliziosa, e quanto mai amenissima situazione, quale non può esprimersi con poche parole; anche pel ridente e leggiadrissimo promontorio del suo nome celebre, come per la purissima e saluberrima aria, onde fu appellata naturae miraculo e altamente rinomata.

Il toponimo “Sorrento” deriva dal latino Surrentum, ben documentato in epoca classica (anche da fonti greche), potrebbe essere un derivato della forma greca Συρρεντόν Syrrentón, dal verbo συρρέο syrréo, “confluisco”, in riferimento dalle acque che scendono dalle strette valli nelle vicinanze, quindi “confluenza delle acque”. Un’etimologia popolare vuole che derivi dalla denominazione Sirenide forse anticamente data alla zona, collegata alla supposta identificazione di Sorrento con il luogo di presenza delle sirene, leggendarie creature che la tradizione omerica ci ha tramandato come esseri dal corpo di pesce e busto di donna, che ammaliavano i naviganti con i loro canti facendoli di conseguenza naufragare contro le scogliere.

FOTO1


La fondazione è tradizionalmente e leggendariamente attribuita ai greci, ma Sorrento ebbe come primi abitanti stanziali i popoli italici, a partire dagli Etruschi e poi, dal 420 a.C., importante fu l’influsso degli Osci. In età romana, Sorrento è ricordata per aver partecipato all’insurrezione degli Italici (90 a.C.); vi fu quindi dedotta da Silla una colonia, a cui seguì più tardi uno stanziamento di veterani di Ottaviano. Fu poi municipio della tribù Menenia. Fu sede vescovile almeno dal 420. Durante la crisi del dominio bizantino in Italia, la cittadina acquistò autonomia come ducato, prima sotto la supremazia dei duchi di Napoli, poi con arconti e duchi propri, sempre in lotta con AmalfiSalerno ed i Saraceni. La storia di Sorrento si confonde con quella delle altre città campane; prese parte alle leghe anti musulmane; combatté i Longobardi di Benevento; conobbe lotte familiari tra i nobili locali. Obbligato nel sec. IX da Guaimario ad accettare come proprio duca il fratello, Guido, il Ducato di Sorrento riprese la propria autonomia dopo la morte di quest’ultimo per poi perderla definitivamente nel 1137, assorbito nel nuovo regno dei Normanni. Sorrento seguì da allora le sorti del regno, non senza ribellioni e conflitti, specie all’inizio dell’età aragonese. Nel 1558 fu presa e saccheggiata dai Turchi; nell’inverno del 1648 la città sostenne valorosamente l’assedio di Giovanni Grillo, generale del duca di Guisa.


FOTO2


FOTO3


FOTO4


FOTO5


FOTO6


FOTO7



Property Details

  • Address: Sorrento
  • Country: Italy

Open House: open house

Garages: open house

Garage Size: open house

Available From: open house

Basement: open house

External Construction: open house

Roofing: open house

Property Features

  • noattic
  • nogas heat
  • noocean view
  • nowine cellar
  • nobasketball court
  • nogym
  • nopound
  • nofireplace
  • nolake view
  • nopool
  • noback yard
  • nofront yard
  • nofenced yard
  • nosprinklers
  • nowasher and dryer
  • nodeck
  • nobalcony
  • nolaundry
  • noconcierge
  • nodoorman
  • noprivate space
  • nostorage
  • noricreazione
  • noterrazza sul tetto

add to favorites
Shares