Per tagliare i polloni alla base degli alberi si può usare qualsiasi decespugliatore a lama, la particolarità di questo attrezzo specifico è di avere integrato un salvacorteccia comodissimo.

spollonatore

“Spollonare” diventa quindi un lavoro velocissimo e sicuro: impossibile fare danni con la protezione inserita.

Cosa sono i polloni e perché eliminarli

I polloni sono quei rami verticali che si formano ai piedi degli alberi: moltissime specie coltivate nel frutteto o nel giardino hanno tendenza a produrli in gran numero. Tra le piante da frutto d esempio il nocciolo, il melograno, l’ulivo e il fico sono tra le più rigogliose nel ricacciare alla base.

Per mantenere la pianta ordinata e produttiva è importante tagliare periodicamente i polloni, evitando che crescano eccessivamente. Infatti sviluppandosi formerebbero un fusto supplementare, che in genere risulta di troppo nell’equilibrio dell’albero, inoltre tutta l’energia spesa per la crescita del pollone è sottratta alle parti che fioriscono ed è quindi uno spreco di risorse.

Per tagliare i polloni manualmente si possono usare cesoie o troncarami, a seconda delle dimensioni, ma quando i ricacci sono numerosi o bisogna fare il lavoro su diverse piante è decisamente più comodo intervenire con un decespugliatore a lama.

L’impiego del decespugliatore con apparato di taglio garantisce velocità, bisogna però fare attenzione a non intaccare la corteccia della pianta, visto che i polloni in genere crescono molto vicini al tronco principale dell’albero. Un danno alla corteccia è decisamente negativo per la salute della pianta: si tratta dell’ideale ingresso per patogeni quali funghi e batteri, a maggior ragione essendo scalfiture vicine al suolo, sempre fonte di umidità e di microrganismi.


////////////////////////////////////  Capitolo 9


*